“Rosso Istria” alla 73° Mostra del Cinema di Venezia: E musiche di…

“1 Settembre. Sveglia alle 6.00 di mattina. Si parte alla volta di un posto magico. Un posto che da sempre ospita e ha ospitato la storia del cinema mondiale: il Lido di Venezia.

Si prende il vaporetto, attraversando tutta Venezia, costeggiando ogni angolo di questa vista unico al mondo, di questa straordinaria città interamente appoggiata sull’acqua, tra verdi isolette e stralci di palazzi e mura storici. Si sbarca così al Lido, per la prima volta.

Il lungo 14141960_1071448332936075_8343679243931501533_nmare ci accompagna lungo il viale del Festival e, passato il celebre palazzo della mostra e l’antistante red carpet hollywoodiano, arriviamo all’Hotel Excelsior. E’ proprio in una di queste sale che, alle 11.30, si tiene la Conferenza Stampa per la presentazione del film “Rosso Istria” di Maximiliano Hernando Bruno, prodotto da Venice Film. La sala è stracolma di giornalisti, di spettatori. C’è l’intera produzione del film, e c’è anche Franco Nero in persona, uno degli attori principali. E ci sono anch’io!! E’ stato proprio il grande Franco Nero a prestare la voce per il trailer del film, attraverso un discorso di presentazione e introduzione alla tragica storia (vera) trattata. E proprio su quella voce, nelle settimane precedenti, io mi sono occupato di immaginare, comporre, produrre e adattare una musica che accompagnasse immagini di alcune scene del film.

L’emozione di sentire per la prima volta risuonare le mie note in quella sala, davanti a tutta quella gente, alla 73° Mostra del Cinema di Venezia, è qualcosa di indescrivibile e indimenticabile. Il mio nome appare a seguito di quello del regista sullo schermo a nero dei titoli di coda: “E musiche di Enrico Zoni”… Incredibile! Un momento immortalato nella mia memoria. Per sempre.

Ringrazio di cuore l’intera produzione Venice Film, in particolare Alessandro Centenaro, e il regista Maximiliano Hernando Bruno per la fiducia e la collaborazione. Tutta la troupe che ha lavorato con me sul set di questo film, regalandomi un’esperienza straordinaria (la prima di tante spero…). Immancabilmente ringrazio Valeria Gentileschi di Cinecentrum per avermi guidato in questa realtà e per avermi aperto un’opportunità del genere! E, perchè no, ringrazio anche il mio babbo Luca Zoni per avermi accompagnato in questa giornata speciale….”

Enrico